Seleziona una pagina

Un libro fotografico è costituito da un insieme di immagini organizzate come un testo visivo affidato alle pagine di un libro. Diverso dal catalogo e dal saggio, affine piuttosto al libro d’artista in quanto autonoma opera d’arte. Nel caso del libro fotografico pensato e realizzato per il web nuove componenti intervengono nel nodo linguistico e simbolico arte/fotografia, come l’ibridazione tra media diversi e la specificità della fruizione/condivisione immateriale.

La scelta e il montaggio delle fotografie viene a far parte di un sistema di relazioni aperto in molteplici direzioni: l’ordine e il caos, la denotazione e il racconto, la descrizione e l’interpretazione. Alle fotografie può essere associato un discorso composto da parole, frasi, frammenti: dunque un contesto di possibili legami tra visivo e verbale, che non si basano sulle consuetudini dell’illustrazione e della didascalia, ma coesistono e si rimandano reciprocamente in un corollario di interpretazioni. Pensando la fotografia non tanto come un mezzo di rappresentazione ma come un procedimento di trasformazione di ciò che appare. L’oggetto fotografato diventa immagine.

Silvia Bordini

 

L’elemento fondante che lega i progetti presentati è di essere operazioni artistiche: Concept album e non semplici raccolte di fotografie e parole. L’immagine visiva e le parole si legano, l’inquadratura, il frammento di realtà si sposta dalla realtà per divenire pensiero, tassello di un discorso, a tratti simbolo, a tratti narrazione.

L’immagine, seducente, si presta e si mostra svelando le sue contraddizioni, suggerendo accostamenti, pensieri, angoli di verità comprensibili solo scostandosi di quel tanto per meglio guardare. L’immagine fotografica, testimonianza di oggetto o di frammento realmente esistito davanti al fotografo, si immortala per meglio sparire dalla realtà.

Sfogliare un pensiero narrativo, evocativo o lirico, ottenuto non più soltanto tramite parole, ma tramite un pensiero d’artista, principalmente fotografico, un pensiero contenitore che usa quello che ritiene, quello che gli è messo a disposizione dallo schermo e dalla virtualità.

Fabrizio Pizzuto

 

Silvia Bordini vive e lavora a Roma. Ha insegnato Storia dell’arte contemporanea all’Università di Roma Sapienza.

Fabrizio Pizzuto è uno scrittore e critico d’arte siciliano, specializzato in Storia dell’Arte Contemporanea. Vive e lavora a Roma.